Lunedì 14 luglio ha conseguito la Laurea in Giurisprudenza il neo dott. Carmine Granito, nella foto accanto ai suoi familiari. Ha discusso una interessante tesi in Diritto Costituzionale dal titolo “Pluralismo e informazione televisiva nella giurisprudenza costituzionale”, relatore Ch.mo prof. Armando Lamberti, ordinario dell’Università di Salerno. Al Cav. Franco Granito, all’amico Carmine, gli auguri di una brillante carriera!. Giungano a lui e alla famiglia i complimenti più sinceri da parte dell’amico e collega giornalista Prof. Mario Onesti.

Comments Nessun commento »

Brasil 2014 – Vince il “vecchio” Continente con la GERMANIA

La finale contro l’Argentina sembrava destinata a chiudersi ai rigori quando a pochi minuti dalla fine è arrivato il gol decisivo del talento partito dalla panchina. Festa tedesca, lacrime argentine

Germania iridata perla 4^ volta

Redazione TiscaliLa Germania si laurea campione del mondo per la quarta volta nella storia. Una magia di Gotze ai tempi supplementari stende l’Argentina per 1-0 al Maracanà e proietta la squadra di Loew nella storia. I tedeschi, che tornano a vincere la rassegna iridata dopo 24 anni, agganciano l’Italia a quota 4 successi: sono la prima europea a imporsi in Sudamerica. Non brilla Messi che, comunque, riceve il premio di miglior giocatore del torneo.

Primo tempo vivace – Il primo tempo è vivace e ricco di occasioni. L’Argentina ha un approccio migliore della Germania (orfana di Khedira, ko nel riscaldamento) e punge i tedeschi con alcuni contropiedi insidiosi: al 21′ Higuain, lanciato erroneamente da Kroos, getta al vento la palla del vantaggio colpendo male di destro davanti a Neuer. Dieci minuti dopo il Pipita va a segno su assist di Lavezzi ma la rete è giustamente annullata per fuorigioco.

Occasioni da una parte e dall’altra – La squadra di Loew soffre più del dovuto le puntate dell’albiceleste, e al 31′ deve fare anche a meno dello schermo difensivo Kramer per infortunio: Loew cambia tutto inserendo Schurrle e abbassandro Kroos sulla mediana. La Mannschaft resta in affanno e ancora al 40′ un’accelerazione di Messi scatena il panico nella retroguardia teutonica, Boateng salva sulla linea. Ma l’occasione più chiara è tedesca: al 47′, in pieno recupero, Howedes colpisce di testa a botta sicura, la palla si stampa sul palo a Romero battuto.

Secondo tempo: Sabella cambia – La mossa tattica di Sabella all’intervallo: dentro Aguero, fuori Lavezzi. Dopo un paio di occasioni iniziali per i sudamericani, la partita si incattivisce (gialli a Mascherano e Aguero) e l’equilibrio non si spezza: passano i minuti e le squadre si fanno più accorte. Dentro Palacio per uno stanco Higuain, anche Gago per Perez. Loew risponde togliendo Klose: al posto del biancoceleste (standing ovation per lui) c’è Gotze. Gara bloccata, si va ai supplementari.

Il lampo di Gotze che vale il Mondiale – Overtime, entrambe le squadre la vogliono chiudere prima dei rigori: i tedeschi continuano con il loro palleggio, l’albiceleste riparte in contropiede. In avvio Romero è decisivo su Schurrle, Palacio al 97′ manda un pallonetto sbilenco a lato. La stanchezza si fa sentire, il ritmo rallenta e comincia a mancare lucidità da ambo le parti. Il lampo del campione decide la sfida e il Mondiale: al 113′ Schurrle scappa sulla sinistra e serve al centro Mario Gotze, che stoppa di petto e con un sinistro al volo batte Romero. Inutile l’assalto finale argentino, la punizione gettata al vento di Messi nel finale fa scoppiare la festa della Germania – 13 luglio 2014

 

 

Comments Nessun commento »

NO  alla GUERRA

Israele a un passo da guerra. Abu Mazen, “e’ genocidio”

Peres avverte Hamas, “stop a razzi o scatta azione di terra”

Se i razzi non cesseranno, Israele estenderà’ l’intervento e l’operazione terrestre potrebbe essere inevitabile. Il primo ministro Benyamin Netanyahu, cosi’ come il presidente Shimon Peres, non ha nascosto le intenzioni dello stato ebraico mentre il presidente palestinese Abu Mazen ha definito la situazione a Gaza ”un massacro e un genocidio”. Il secondo giorno di confronto tra Hamas e Israele ha sempre piu’ il contorno di una guerra vera e propria.

Le vittime nella Striscia secondo alcune fonti sono saliti a una sessantina, di cui piu’ di venti oggi (compresi donne e 8 bambini) e centinaia di feriti. Fra le vittime si conta anche un giornalista locale, ucciso in un raid che ha centrato il veicolo su cui viaggiava con la sua troupe (almeno tre i feriti), mentre nella notte due ulteriori raid hanno causato in totale almeno sei morti e una quindicina di feriti. Su Israele in due giorni – secondo il portavoce militare – sono stati intanto lanciati piu’ razzi che in tutto lo scontro del 2012: 220 dall’inizio delle operazioni, di cui solo oggi oltre 70 (anche su Tel Aviv e la sua area metropolitana).

Compresi i temibili M302 a lunga gittata: una novita’ che Israele imputa alle forniture dell’Iran alla fazione islamica. Quelli lanciati oggi sono arrivati a 130 chilometri di distanza, verso Zichron Yaacov poco distante da Cesarea. Se per ora non ci sono vittime – gli ultimi tre ordigni, caduti in nottata, hanno ucciso solo una decina di mucche secondo il sito Ynet – lo si deve al sistema antimissili Iron Dome che ha riportato un 90% di successo. Ma nessun posto del paese sembra essere al sicuro: sette razzi sono stati scagliati anche contro Dimona, dove e’ accreditata la presenza del sito nucleare israeliano, anche questi intercettati dalla ‘Cupola di Ferro’.

Mentre sulla costa due ‘uomini-rana’ infiltratisi dalla Striscia di Gaza sono stati intercettati e uccisi dalle pattuglie israeliane – riferiscono fonti militari – nel secondo episodio del genere in due giorni. E l’aeroporto Ben Gurion di Tel Aviv ha annunciato una riduzione dei voli di linea per dar spazio alle rotte di quelli militari. Il Fronte del Comando interno ha dato ordine di aprire i rifugi a Haifa e sul Carmelo, a circa 160 chilometri da Gaza. Nella Striscia, dove la realta’ e’ drammatica, la popolazione (2 milioni di persone) ha praticamente passato la notte in bianco: i 160 raid si sono susseguiti uno dopo l’altro. Dall’avvio dell’operazione, l’esercito ha annunciato di aver centrato oltre 550 siti di Hamas – tra questi la casa di un comandante che rapi’ il soldato israeliano Gilad Shalit – inclusi 31 tunnel e 60 lanciatori di razzo. “L’operazione sarà estesa e proseguirà fino a quando – ha ammonito Netanyahu che sembra aver ritrovato l’unita’ del suo governo e del paese – gli spari verso le nostre città non cesseranno del tutto e la calma ritornerà”. Anche il presidente Shimon Peres – in carica ancora per pochi giorni- ha messo in guardia Hamas che l’offensiva di terra potrebbe cominciare ”a breve”. ”Li abbiamo avvisati. Gli abbiamo chiesto di fermarsi – ha ricordato Peres – abbiamo atteso un giorno, due, tre e loro hanno continuato. Ed hanno sparso il loro fuoco su molte aeree di Israele”. Il leader palestinese – che ha detto di essere in contatto con l’Onu e l’Egitto – ha attaccato duramente Israele minacciando il ricorso alle agenzie internazionali, compresa la Corte penale dell’Aja. ”Gli eventi di queste ore non sono una guerra contro Hamas, ma una guerra contro il popolo palestinese. Partita da Hebron, passata a Shufat e adesso a Gaza”, ha sottolineato, riferendosi sia alle operazioni israeliani in Cisgiordania, dopo il rapimento e l’uccisione dei tre ragazzi israeliani, sia al ragazzo palestinese arso vivo nel sobborgo di Gerusalemme ad opera di estremisti ebrei. E Khaled Maashal, leader in esilio di Hamas ha denunciato che ”le cose sono state in pace finche’ Netanyahu non ha commesso ogni possibile tipo di terrorismo contro il nostro popolo”.

Di fronte ad uno scenario dagli esiti ancora piu’ distruttivi, la diplomazia internazionale si sta muovendo. Angela Merkel e Francois Hollande hanno avuto colloqui telefonici con Benyamin Netanyahu, condannando entrambi i lanci di razzi da Gaza, mentre il segretario di Stato Usa, John Kerry, ha sentito sia il premier israeliano sia il presiedente palestinese Abu Mazen. Il ministro degli esteri italiano Federica Mogherini da Mosca insieme al collega Serghiei Lavrov ha raccomandato moderazione a tutte le parti e ha notato che “e’ urgente evitare una spirale di violenza in Medio Oriente che rischierebbe di sfuggire al controllo e di infiammare una regione attraversata da conflitti drammatici”. “La prima preoccupazione, umana prima ancora che politica – ha aggiunto – è la protezione dei civili” e ”riprendere i negoziati di pace”. L’Egitto – che ha mediato il cessate il fuoco tra le parti nel 2012 – starebbe scendendo in campo mentre la Lega Araba ha chiesto agli Usa di obbligare Israele a fermarsi. Ma per ora la nuova leadership dell’ex generale Sisi si limita a contatti informali. Mentre fonti di Hamas riprese da Haaretz affermano stasera che Israele in questa fase “si rifiuta di negoziare un accordo” di tregua.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Comments Nessun commento »

L’Olanda umilia il Brasile, terzo posto agli Orange. La torcida sotto shock

Il Brasile è ancora sotto choc, e Scolari in totale confusione. La conferma è arrivata oggi dal Garrincha di Brasilia, stadio che porta il nome di un fuoriclasse di quelli che adesso non vestono più la maglia ‘amarelinha’ e mancano da morire alla nazionale di casa. Il Brasile è stato sconfitto in casa anche dall’Olanda, per 3-0 nella finale che non avrebbe mai voluto giocare, quella per il terzo posto. Ha dato la netta impressione di non essersi ancora ripreso dalla più vergognosa sconfitta della sua centenaria storia, quella dei 7 gol al Minerao, e incassandone altri tre chiude il Mondiale di casa in modo inglorioso, con una media di 5 reti prese nelle ultime due esibizioni. Un bilancio da incubo che ora dovrebbe sancire la definitiva fine di Scolari, fischiato prima e dopo la partita. Oggi anche Pelè è sceso in campo per difendere l’indifendibile, ovvero Felipao, ma dopo questo altro Ko il destino del ct sembra segnato: non gli rinnoveranno il contratto, perché altrimenti si rischierebbe una rivolta popolare.

Contro l’Olanda che chiude il Mondiale imbattuta (con l’Argentina ha perso ai rigori), la Selecao ha incassato il primo gol dopo appena tre minuti, quando l’incerto arbitro algerino Haimoudi ha fischiato il rigore per un fallo di Thiago Silva su Robben. Van Persie ha trasformato e dopo nemmeno un quarto d’ora è arrivato il colpo di grazia: su cross in area, David Luiz, uno di quelli che meno si è ripreso dal ‘Mineirazo’, ha respinto male, e corto, di testa e Blind (infortunatosi nella ripresa e portato via in barella, in lacrime) ha controllato e fatto secco Julio Cesar. Era quindi lo 0-2 al 17′ e a quel punto la partita è finita.

Anche questa volta la Selecao non ha mostrato neppure una giocata studiata, tutto è rimasto affidato all’improvvisazione e al talento (se c’era…), e la disorganizzazione tattica è apparsa evidente, al contrario di un’Olanda al solito ben organizzata anche se facilitata nel compito dalla confusione, anche mentale, degli avversari. L’unico che ha cercato di farsi valere è stato Oscar, che però ha macchiato la propria prova con un tuffo in area che gli ha fruttato l’ammonizione.

Come se non bastasse, all’inizio del recupero questo Brasile a cui è mancato tutto ha incassato anche la terza rete, con Wijnaldum lasciato solo a battere verso Julio Cesar, goffo e impacciato nel tentativo di tuffo sul primo palo. Il simbolo del Brasile di questo Mondiale è David Luiz che piange di nuovo in campo, questa volta sdraiato, prima di alzarsi e lasciare il terreno di gioco tra i fischi che, alla fine, non hanno risparmiato nessuno. C’era una volta il ‘futebol arte’, adesso solo terra bruciata. Il calcio brasiliano quindi, se ne avrà la forza, deve ripartire da zero.

Brasile (4-2-3-1): Julio Cesar 4; Maicon 4, David Luiz 4, Thiago Silva 4.5, Maxwell 4, Luiz Gustavo 5 (1′ st Fernandinho 4.5), Paulinho 5 (13′ st Hernanes 4.5), Ramires 5 (27′ st Hulk s.v.), Oscar 5.5, Willian 4, Jo. (1 Jefferson, 22 Victor, 2 Dani Alves, 13 Dante, 6 Marcelo, 15 Henrique, 20 Bernard, 9 Fred). Allenatore: Scolari 4.

Olanda (3-4-2-1): Cillessen 6.5 (47′ st Vorm s.v.), De Vrij 6, Vlaar 6.5, Martins Indi 6, Kuyt 7, Wijnaldum 7, Clasie 6.5 (43′ st Veltman s.v.), Blind 7 (25′ st Jaanmat s.v.), De Guzman 6, Robben 7.5, Van Persie 6. (23 Krul, 14 Kongolo, 12 Verhaegh, 13 Veltman, 10 Sneijder, 17 Lens, 21 Depay, 19 Huntelaar). Allenatore Van Gaal 7.5

Arbitro: Haimoudi (Algeria) 5.5 Reti: nel pt 3′ Van Persie su rigore, 17′ Blind; nel st 46′ Wijnaldum Angoli: 4-1 per il Brasile Recupero: 3′ e 5′ Ammoniti: Thiago Silva, Robben, De Guzman, Fernandinho per gioco scorretto, Oscar per simulazione. Spettatori: 72.000 – 13 Luglio 2014 – Redazione Tiscali

 

Comments Nessun commento »

Lasciateci “ringraziare” coloro che, con gesto eroicamente democratico, hanno strappato i nostri manifesti (per i quali è stato regolarmente pagato tributo per l’affissione). Permetteteci, però, di ricordare agli autori del misfatto che esistono altri modi di manifestare contrarietà e dissenso. La prossima volta, ad esempio, potreste provare ad elaborare ed affiggere voi un manifesto (sostenendone le spese di stampa e affissione come fanno i nostri volontari ed iscritti). D’altronde, qualcuno ha detto che ferisce più la penna che la spada… #tensionedem – con Giacomo Magliano

Giancarlo D’Ambrosio È la dimostrazione che quando la politica è improvvisata e il bene comune non all’attenzione del governo, si commettono degli strafalcioni che predispongono a tempi farraginosi, in cui al peggio non c’è limite. Anteprima di potenziali orrori. Da un lato si mettono porte di vetro, per confondere, facendo credere trasparenza, dall’altro le decisioni, inerenti il denaro, si assumono in luoghi non istituzionali. Non si capisce, ancora, se c’è più dilettantismo o interesse consapevole di pochi contro molti!

Comments Nessun commento »

Il 2 giugno 2014, in occasione della Festa della Repubblica, a Saleno in piazza Amendola, alla presenza del Prefetto S.E. Gerarda Maria Pantalone, del sig.Questore De Iesu, del Sindaco della Città di Campagna, Arch. Roberto Monaco, il Cav. Franesco Granito è stato insignito, con decreto del Presidente della Repubblica, on. Giorgio Napolitano, dell’onorificenza di Ufficiale dell’ Ordine al Merito della Repubblica Italiana.

  • Nella foto al centro l’insignito, al fianco la figlia Marianna e il presidente dell’ A.N.P.S. di Salerno il Commissario di P.S. Gianpietro Morrone.

Comments Nessun commento »

 

La Fase Finale

Quarti di finale

venerdi 04 luglio Francia 0-1 Germania

venerdi 04 luglio Brasile 2-1 Colombia

sabato 05 luglio Argentina 1-0  Belgio

Sabato 05 luglio Olanda 4-3  Costa Rica

Semifinali

Umiliazione storica: il Brasile travolto dalla Germania 7-1
Sgomento e lacrime

Martedí 08 luglio Brasile Germania – 1-7

Mercoledí 09 luglio Olanda – Argentina – 2-4 (Rigori)

Finale 3-4 posto – Finalisssima

Sabato 12 Luglio 2014

Domenica 13 Luglio 2014

Comments Nessun commento »

ESTATE CAMPAGNESE 2014 / ‘A CHIENA

‘A CHIENA – di Pro Loco Campagna / ESTATE CAMPAGNESE 2014 / 05 lug 2014

Dall’ 11 Luglio al 17 Agosto 2014 a Campagna – in provincia di Salerno – torna l’evento più fresco dell’estate, ‘a Chiena ovvero “la piena”. Il fiume Tenza straripa dal suo letto naturale ed inonda la città attraverso un “corso” artificiale. Questa manifestazione è nata in forma spontanea con tanta improvvisazione.

Di origine antica ed imprecisata, questo evento folkloristico, forse unico al mondo, si ripete ogni anno durante il ferragosto campagnese. Originariamente questo eccezionale avvenimento era necessario per l’igiene delle strade e delle botteghe, chi dice per ripulire la città dalla peste del ‘600, chi semplicemente per ripulire il corso principale dagli escrementi degli animali da soma durante il periodo estivo, quando le piogge scarseggiano.

Per trovare dei precedenti, bisogna tornare indietro nel tempo, quando nella settima fatica, Ercole deviò il corso del fiume Alfeo per pulire le stalle del re Augia. Fino a qualche secolo fa, a Roma avveniva l’allagamento di piazza Navona con il fiume Tevere. A Torino, nel 1700, un leggero flusso del fiume Po veniva incanalato, per la pulizia, nelle strade più importanti della città. A Campagna, tuttora, si realizza questo progetto di “ingegneria idraulica”. Migliaia di turisti, ogni anno, scoprono “ ‘a Chiena” tra il mito ed il fantastico, la leggenda e l’attualità.

Anche quest’anno il PROGRAMMA è ricco e sono tantissimi gli appuntamenti a cui partecipare.
C’è la secchiata: ogni sabato pomeriggio in tenuta da spiaggia e forniti di secchio si scende in strada per lanciarsi reciproche secchiate d’acqua, per combattere la calura estiva e per fare un bagno ristoratore, sempre nel rispetto del prossimo e seguendo i semplici principi del nostro Vademecum.
C’è la passeggiata: la domenica mattina tutti in strada con i piedi in acqua senza paura di essere bagnati, magari sorseggiando un drink davanti ai tanti locali che si affacciano lungo il corso principale della città. Famiglie, bambini, ragazzi e anziani, si ritrovano a passeggiare con l’acqua alle caviglie in un clima disteso e festoso tipico dei giorni di festa prima dell’ora di pranzo.
C’è, infine, la chiena di mezzanotte: il 16 e il 17 agosto a mezzanotte in punto, tra migliaia di turisti, viene “allagata” la città per quella che è l’ultima “chiena” dell’anno. Tra spettacoli musicali, videoproiezioni e l’insolito scenario notturno, si crea un ambiente suggestivo e quasi surreale che porta l’evento a raggiunge il culmine del suo fascino, regalando ai presenti emozioni irripetibili.
Molte le novità dell’edizione 2014 a cominciare dalla CHIENA Green, venerdì 11 luglio, in concomitanza con l’inizio di SUDstenibile, il festival del cinema e dell’ambiente. Festival dal respiro europeo che giustamente trova una vetrina naturale nella CHIENA dato che, tra le altre cose, è anche un evento totalmente ecosostenibile, non produce rifiuti e consente di pulire le strade e i portoni, rinfrescando la Città, senza sprecare inutilmente altra acqua o energia.
Per evidenziare l’aspetto “GREEN” è stata ideata anche una campagna di comunicazione a “impatto zero”.

Altra novità, ma sarebbe meglio dire ritorno, è la Guerra dei Colori, domenica 3 agosto, ossia la “guerra a colpi di spugne colorate” inzuppate d’acqua lungo le rive del fiume Tenza.
Per il secondo anno c’è anche la Chiena SUMMER CUP, domenica 10 agosto, evento di carattere sportivo.

Infine la vere novità di quest’anno sono i servizi offerti ai turisti che affolleranno la città nelle varie date: dal CHIENA BUS al servizio SPOGLIATOIO/GUARDAROBA fino alla riconferma del servizio NAVETTE nei due appuntamenti finali della CHIENA DI MEZZANOTTE.

Programma 2014

GIUGNO

  • Domenica 29 ore 12:00 – ‘a Chiena “preview”

LUGLIO

  • Venerdì 11 ore 12:00 – Chiena Green
  • Sabato 12 ore 15:00 – ‘a Secchiata
  • Domenica 13 ore 12:00 – Passeggiata
  • Sabato 19 ore 15:00 – ‘a Secchiata
  • Domenica 20 ore 12:00 – Passeggiata
  • Sabato 26 ore 15:00 – ‘a Secchiata
  • Domenica 27 ore 12:00 – Passeggiata
  • Domenica 27 ore 15:00 – Chiena Oro

AGOSTO

  • Sabato 2 ore 15:00 – ‘a Secchiata
  • Domenica 3 ore 12:00 – Passeggiata
  • Domenica 3 ore 15:00 – Guerra dei Colori
  • Sabato 9 ore 15:00 – ‘a Secchiata
  • Domenica 10 ore 12:00 – Passeggiata
  • Domenica 10 ore 15:00 – Chiena “Summer Cup”
  • Sabato 16 ore 24:00 – ‘A Chiena di Mezzanotte
  • Domenica 17 ore 24:00 – ‘A Chiena di Mezzanotte

n.b. la durata di ogni evento è di 60 minuti

CHIENA BUS

da Sabato 12 Luglio a Domenica 10 Agosto da Salerno (stazione FF.SS.) e Paestum (area alberghiera), solo su prenotazione. (Autolinee LAS – tel. 0828 46898)
costo: 7€ a persona A/R

SPOGLIATOIO e GUARDAROBA

da Sabato 12 Luglio a Domenica 10 Agosto presso BAR PINO (p.zza G.C.Capaccio) e TOOP BAR (corso Umberto I°, 1) e BAR IRIS (corso Umberto I, 82).
costo: GRATUITO

NAVETTA BUS

Sabato 16 e Domenica 17 Agosto – ore 18:00/3:00 NO-STOP da località Quadrivio di Campagna (p.zza L.Riviello), per raggiungere il Centro Storico
costo: 2€ a persona A/R

 

Comments Nessun commento »

La fase finale

Quarti di finale

venerdi 04 luglio Francia 0-1 Germania

venerdi 04 luglio Brasile 2-1 Colombia

sabato 05 luglio Argentina 1-0  Belgio

Sabato 05 luglio Olanda 4-3  Costa Rica

Semifinali

Umiliazione storica: il Brasile travolto dalla Germania 7-1
Sgomento e lacrime

Martedí 08 luglio Brasile Germania 1-7

Mercoledí 09 luglio Olanda – Argentina

Finale 3-4 posto

sabato 12 luglio

Finale

domenica 13 luglio

Comments Nessun commento »

Risultati e marcatori delle 64 partite dei Mondiali di Brasile 2014, le classifiche conclusive degli otto gironi e il tabellone completo con gli accoppiamenti e il calendario dagli ottavi alla finalissima di Rio de Janeiro, in programma domenica 13 luglio all’Estádio do Maracanã.

CLASSIFICA MARCATORI, NUMERI, CURIOSITÀ E STATISTICHE

NB – Criteri classifica girone:

  1. Punti fatti;
  2. Differenza reti (DR);
  3. Gol fatti;
  4. Punti ottenuti negli scontri diretti tra squadre interessate;
  5. Differenza reti negli scontri diretti;
  6. Gol fatti negli scontri diretti;
  7. Sorteggio.

LEGENDA: in grassetto le Nazionali qualificate agli ottavi; tra parentesi la differenza reti.

GIRONE A

12/06 22:00 – Brasile-Croazia 3-1 (11? aut. Marcelo (B), 29? Neymar (B), 71? rig. Neymar (B), 90?+1 Oscar (B))
13/06 18:00 – Messico-Camerun 1-0 (61? Peralta (M))
17/06 21:00 – Brasile-Messico 0-0
18/06 24:00 – Camerun-Croazia 0-4 (11? Oli? (C), 48? Periši? (C), 61? e 73? Mandžuki? (C))
23/06 22:00 – Camerun-Brasile 1-4 (17? Neymar (B), 26? Matip (C), 35? Neymar (B), 49? Fred (B), 84? Fernandinho (B))
23/06 22:00 – Croazia-Messico 1-3 (72? Márquez (M), 75? Guardado (M), 82? Hernández (M), 87? Perisi? (C))

Classifica: Brasile 7 (DR: +5), Messico 7 (DR: +3), Croazia 3 (DR: 0), Camerun 0 (DR: -8).

GIRONE B

13/06 21:00 – Spagna-Olanda 1-5 (27? rig. Xabi Alonso (S), 44? e 72? van Persie (O), 53? e 80? Robben (O), 65? de Vrij (O))
13/06 24:00 – Cile-Australia 3-1 (12? Sánchez (C), 14? Valdivia (C), 35? Cahill (A), 90?+2 Beausejour (C))
18/06 21:00 – Spagna-Cile 0-2 (20? E. Vargas (C), 43? Aránguiz (C))
18/06 18:00 – Australia-Olanda 2-3 (20? Robben (O), 21? Cahill (A), 54? rig. Jedinak (A), 58? van Persie, 68? Depay (O))
23/06 18:00 – Australia-Spagna 0-3 (36? Villa (S), 69? Torres (S), 82? Mata (S))
23/06 18:00 – Olanda-Cile 2-0 (77? Fer (O), 90?+2 Depay (O))

Classifica: Olanda 9 (DR: +7), Cile 6 (DR: +2), Spagna 3 (DR: -3), Australia 0 (DR: -6).

GIRONE C

14/06 18:00 – Colombia-Grecia 3-0 (5? Armero (C), 58? Gutierrez (C), 90?+3 James Rodríguez (C))
15/06 03:00 – Costa d’Avorio-Giappone 2-1 (16? Honda (G), 64? Bony (C), 66? Gervinho (C))
19/06 18:00 – Colombia-Costa d’Avorio 2-1 (64? James Rodríguez (C), 70? Quintero (C), 74? Gervinho (CdA))
19/06 24:00 – Giappone-Grecia 0-0
24/06 22:00 – Giappone-Colombia 1-4 (17? rig. Cuadrado (C), 45?+1 Okazaki (G), 55? e 82? Martinez (C), 89? James Rodríguez (C))
24/06 22:00 – Grecia-Costa d’Avorio 2-1 (42? Samaris (G), 74? Bony (C), 90?+2 rig. Samaras (G))

Classifica: Colombia 9 (DR: +7), Grecia 4 (DR: -2), Costa d’Avorio 3 (DR: -1), Giappone 1 (DR: -4).

GIRONE D

14/06 21:00 – Uruguay-Costa Rica 1-3 (24? rig. Cavani (U), 54? Campbell (C), 57? Duarte (C), 84? Ureña (C))
14/06 24:00 – Inghilterra-Italia 1-2 (35? Marchisio (It), 36? Sturridge (In), 50? Balotelli (It))
19/06 21:00 – Uruguay-Inghilterra 2-1 (39? Suárez (U), 75? Rooney (I), 85? Suarez (U))
20/06 18:00 – Italia-Costa Rica 0-1 (44? Ruiz (C))
24/06 18:00 – Italia-Uruguay 0-1 (81? Godin (U))
24/06 18:00 – Costa Rica-Inghilterra 0-0

Classifica: Costa Rica 7 (DR: +3), Uruguay 6 (DR: 0), Italia 3 (DR: -1), Inghilterra 1 (DR: -2).

GIRONE E

15/06 18:00 – Svizzera-Ecuador 2-1 (22? E. Valencia (E), 48? Mehmedi (S), 90?+3 Seferovi? (S))
15/06 21:00 – Francia-Honduras 3-0 (44? rig. e 72? Benzema (F), 48? aut. Valladares (H))
20/06 21:00 – Svizzera-Francia 2-5 (17? Giroud (F), 18? Matuidi (F), 40? Valbuena (F), 67? Benzema (F), 73? Sissoko (F), 81? Džemaili (S), 87? Xhaka (S))
20/06 24:00 – Honduras-Ecuador 1-2 (34? Costly (H), 34? e 65? E. Valencia (E))
25/06 22:00 – Honduras-Svizzera 0-3 (6?, 31? e 71? Shaqiri (S))
25/06 22:00 – Ecuador-Francia 0-0

Classifica: Francia 7 (DR: +6), Svizzera 6 (DR: +1), Ecuador 4 (DR: 0), Honduras 0 (DR: -7).

GIRONE F

15/06 24:00 – Argentina-Bosnia ed Erzegovina 2-1 (3? aut. Kolašinac (B), 65? Messi (A), 85? Ibiševi? (B))
16/06 21:00 – Iran-Nigeria 0-0
21/06 18:00 – Argentina-Iran 1-0 (90?+1 Messi (A))
21/06 24:00 – Nigeria-Bosnia ed Erzegovina 1-0 (29? Odemwingie (N))
25/06 18:00 – Nigeria-Argentina 2-3 (3? Messi (A), 4? Musa (N), 45?+1 Messi (A), 47? Musa (N), 50? Rojo (A))
25/06 18:00 – Bosnia ed Erzegovina-Iran 3-1 (23? Džeko (B), 59? Pjani? (B), 82? Ghoochannejad (I), 83? Vršajevi? (B))

Classifica: Argentina 9 (DR: +3), Nigeria 4 (DR: 0), Bosnia ed Erzegovina 3 (DR: 0), Iran 1 (DR: -3).

GIRONE G

16/06 18:00 – Germania-Portogallo 4-0 (12? Müller (G), 32? Hummels (G), 45?+1 rig. Müller (G), 78? Müller (G))
16/06 24:00 – Ghana-USA 1-2 (1? Dempsey (U), 82? A. Ayew (G), 86? Brooks (U))
21/06 21:00 – Germania-Ghana 2-2 (51? Götze (Ger), 54? A. Ayew (Gha), 63? Gyan (Gha), 71? Klose (Ger))
22/06 24:00 – USA-Portogallo 2-2 (5? Nani (P), 64? Jones (U), 82? Dempsey (U), 90?+5 Varela (P))
26/06 18:00 – USA-Germania 0-1 (55? Müller (G))
26/06 18:00 – Portogallo-Ghana 2-1 (30? aut. Boye (G), 56? Gyan (G), 80? Cristiano Ronaldo (P))

Classifica: Germania 7 (DR: +5), USA 4 (DR: 0), Portogallo 4 (DR: -3), Ghana 1 (DR: -2).

GIRONE H

17/06 18:00 – Belgio-Algeria 2-1 (25? rig. Feghouli (A), 70? Fellaini (B), 80? Mertens (B))
17/06 24:00 – Russia-Corea del Sud 1-1 (68? Lee Keun-ho (C), 74? Kerzhakov (R))
22/06 18:00 – Belgio-Russia 1-0 (88? Origi (B))
22/06 21:00 – Corea del Sud-Algeria 2-4 (26? Slimani (A), 28? Halliche (A), 38? Djabou (A), 50? Son Heung-min (C), 62? Brahimi (A), Koo Ja-cheol (C))
26/06 22:00 – Corea del Sud-Belgio 0-1 (77? Vertonghen (B))
26/06 22:00 – Algeria-Russia 1-1 (6? Kokorin (R), 60? Slimani (A))

Classifica: Belgio 9 (DR: +3), Algeria 4 (DR: +1), Russia 2 (DR: -1), Corea del Sud 1 (DR: -3).

ROAD TO THE FINAL

OTTAVI DI FINALE

Sabato 28 giugno
h 18:00 – (49) Brasile-Cile 4-3 dcr, 1-1 al 120? (18? David Luiz (B), 32? Sánchez (C))
h 22:00 – (50) Colombia-Uruguay 2-0 (28? e 50? James Rodríguez (C))

Domenica 29 giugno
h 18:00 – (51) Olanda-Messico 2-1 (48? dos Santos (M), 88? Sneijder (O), 90?+4 rig. Huntelaar (O))
h 22:00 – (52) Costa Rica-Grecia 6-4 dcr, 1-1 al 120? (52? Ruiz (C), 90?+1 Papastathopoulos (G))

Lunedì 30 giugno
h 18:00 – (53) Francia-Nigeria 2-0 (79? Pogba (F), 90?+2 aut. Yobo (N))
h 22:00 – (54) Germania-Algeria 2-1 dts, 0-0 al 90? (92? Schürrle (G), 120? Özil (G), 120?+1 Djabou (A))

Martedì 1 luglio
h 18:00 – (55) Argentina-Svizzera 1-0 dts, 0-0 al 90? (118? Di María (A))
h 22:00 – (56?) Belgio-USA 2-1 dts, 0-0 al 90? (93?? De Bruyne (B), 105? Lukaku (B), 117? Green (U))

QUARTI DI FINALE

Venerdì 4 luglio
h 13:00/18:00 Rio de Janeiro – Francia-Germania (57)
h 17:00/22:00 Fortaleza – Brasile-Colombia (58)

Sabato 5 luglio
h 13:00/18:00 Brasilia – Argentina-Belgio (59)
h 17:00/22:00 Salvador – Olanda-Costa Rica (60)

SEMIFINALI

Martedì 8 luglio
h 17:00/22:00 Belo Horizonte – 57-58 (61)

Mercoledì 9 luglio
h 17:00/22:00 San Paolo – 59-60 (62)

FINALE 3°-4° POSTO

Sabato 12 luglio
h 17:00/22:00 Brasilia – perdente 61-perdente 62

FINALE

Domenica 13 luglio
h 16:00/21:00 Rio de Janeiro – vincente 61-vincente 62

 

 

 

 

Comments Nessun commento »